Cosa fare con la famiglia durante una vacanza a Firenze

Visitare Firenze: le attività immancabili in una vacanza nel capoluogo toscano

Firenze è indubbiamente una delle città più affascinanti del mondo. Culla del Rinascimento, nonché museo a cielo aperto, il capoluogo toscano rappresenta una meta “obbligatoria” per coloro che, turisti stranieri e non, fanno tappa in Toscana.

Sin dal Medioevo, Firenze si è distinta per la vivace attività culturale. L’importanza della città è cresciuta anche sul piano economico, politico e finanziario, specie a partire dall’istituzione del Granducato di Toscana, esistito dalla seconda metà del XVI secolo sino a due anni prima dell’Unità d’Italia, datata 1861.

A testimonianza della rilevanza della città, è degno di nota il fatto che Firenze, tra il 1865 e il 1871, ha ricoperto il ruolo di capitale del Regno d’Italia, la seconda dopo la città di Torino.

Gli amanti dell’arte, a Firenze, non potranno che trovarsi a loro agio. Ma supponendo la volontà di organizzare una vacanza con tutta la famiglia, quali sono le mete imprescindibili della città? Quali musei, luoghi di culto e spazi scenografici visitare?

 

Una visita ai musei fiorentini

L’organizzazione di una vacanza a Firenze non può non tener conto del gran numero di musei presenti in città. Il capoluogo è universalmente riconosciuto come una sorta di “capitale dell’arte”, tanto che entro i confini cittadini sono dislocate alcune delle opere più note prodotte nella storia dell’umanità.

In questo senso, è d’obbligo una visita presso la Galleria degli Uffizi. Al suo interno risiedono opere di valore inestimabile, dai capolavori di Michelangelo a quelli di Raffaello, passando per i lavori di Leonardo, Giotto, Tiziano e molti altri.

Non meno interessanti gli spazi della Galleria dell’Accademia, nella quale, tra le altre cose, risiede il celebre David di Michelangelo.

Per gli amanti dell’arte moderna, si rimanda alla visita della Galleria apposita – d’arte moderna, per l’appunto: al suo interno spiccano le opere di Canova, Hayez, Boldini e tanti altri, sino ad arrivare ai lavori di macchiaioli e futuristi (Balla e Marinetti).

 

Mangiare a Firenze: aree, vie e quartieri da tenere in considerazione

Visitare Firenze significa anche poter degustare le delizie della cucina toscana. Nella regione, e in particolare nel capoluogo, alimenti come il celebre pane toscano (senza sale e ben cotto), l’olio EVO, la carne (bistecca alla fiorentina) e il Chianti rappresentano una vera e propria istituzione.

Che si tratti di pranzare o cenare, o anche solo degustare un piatto tipico, i turisti che raggiungono Firenze hanno realmente l’imbarazzo della scelta. Dal centro storico alle aree periferiche, la città offre ristoranti, osterie, locande e altri luoghi per assaggiare il meglio della cucina fiorentina.

I locali pullulano nei pressi di piazza dei Cimatori e in via Palmieri, in piazza dei Giuochi e nei pressi di via delle Terme, nonché in buona parte dei vicoli della città.

 

Effettuare escursioni nei dintorni di Firenze

Al termine di un buon pasto nel centro città, il nucleo famigliare dovrebbe considerare la possibilità di effettuare escursioni lungo le colline fiorentine.

Il capoluogo è immerso in un territorio unico, in cui i colli, dapprima dolci, si allungano poco a poco verso l’alto, sino a divenire montagne costituenti l’Appennino toscano.

Un modo ideale per apprezzare il panorama di Firenze è quello di recarsi a Fiesole, presso la quale sorge il noto Convento di San Francesco. Da qui, la città fiorentina è osservabile in tutta la sua bellezza, in un paesaggio da cartolina in cui la cupola del Brunelleschi spicca in tutta la sua grandiosità.

Non meno interessanti sono le escursioni da condurre sulle Colline del Chianti, lungo le quali sorgono i vigneti del vino omonimo.

Una visita in questi luoghi affascinanti, e dall’eccezionale pregio paesaggistico, rappresentano un modo unico per godere delle meraviglie degli scorci toscani.

Sono tante le soluzioni per soggiornare in zona, specialmente family hotel per famiglie in Toscana in generale.

 

Visitare le celebri chiese e basiliche fiorentine

Infine, le chiese. Firenze è nota in tutto il mondo per la celebre Cattedrale di Santa Maria del Fiore, nota più semplicemente come Duomo di Firenze.

Impossibile non considerare la celebre chiesa di Santa Maria Novella, sorgente nella piazza omonima. Al suo interno sono conservati affreschi di Masaccio, Uccello e Ghirlandaio, e dal punto di vista architettonico va ricordato l’operato di Leon Battista Alberti.

Immancabile una visita presso la basilica di Santa Croce, nella quale sono sepolti personaggi celebri quali Galileo, Michelangelo, Donatello, Machiavelli, Marconi, Fermi e tanti altri.

Splendido e ricco di fascino è il battistero di san Giovanni Battista, in piazza san Giovanni.

Da segnalare anche la Basilica di Santa Maria Novella, la Basilica di san Lorenzo, la chiesa di Santo Spirito e tante altre.

Una città come Firenze vale la pena di essere scoperta e riscoperta più volte, effettuando una vacanza che, perlomeno, consenta di visitare i luoghi più celebri del capoluogo: il consiglio è quello di rimanere in città per un arco di tempo non inferiore a una-due settimane.

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.